Le condizioni greche, opportunità di riflessione?

I giardini pensili hanno fatto il loro tempo..

Certamente le scelte dei governi greci dei decenni scorsi hanno dato vita a un modello politico economico insostenibile; in questi giorni c’è un gran lavoro di molti – chi in buona fede e chi no – per sottolineare le ragioni delle istituzioni finanziarie e comunitarie e delle loro richieste di proseguire nel contenimento della spesa pubblica ellenica.

La Grecia, per inciso, ha 11 milioni di abitanti, come la Lombardia; viene difficile pensare che sia il più grande problema nell’agenda politica europea oggi.

Continuando a concentrarci su analisi economicistiche temo si perda di vista la questione centrale: il passaggio dei centri di potere dalla politica all’economia. Ossia da istituzioni elette democraticamente – circoscrivibili, che operano o dovrebbero operare a tutela dell’interesse generale e a cui, ad ogni modo, si può chiedere conto – a istituzioni private – non circoscrivibili, che operano secondo altre logiche, spesso divergenti dall’interesse collettivo, e che, in…

View original post 238 altre parole

Annunci

4 thoughts on “Le condizioni greche, opportunità di riflessione?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...