#ContestoStorico 12: Esempi di letteratura virtuale individuale

Zerocalcare, dalla sua Rebbibia a Roma, per l’omonima collana, edita Bao Publishing, ci mostra la deriva di una generazione nata a cavallo tra gli ’80 ei ’90, con un velo di malinconia che nonostante tutti i sorrisi che riesce a strappare, rimane lì .

Sergio Gerasi, nel suo “In inverno le mie mani sapevano di mandarino“, edita dalla medesima casa editrice, per la collana “Le città viste dall’alto“, disegna la storia di un uomo con problemi di memoria ma che senza preoccuparsene, si occupa piuttosto di regalarne di nuove alla nonna. Partirà dai Navigli di Milano per un viaggio surreale quasi come “La morte a Venezia“, di Thomas Mann.

Pierz invece, per la collana “Nuvole in tempesta“, di Nicola Pesce Editore, più simile a Zerocalcare, nato anche lui in letteratura sul Web, si trova ad affrontare un  pericolo “peggio di quella volta che Rocco Siffredi per poco non mostrava l’anaconda in diretta”, come ci racconta la quarta di copertina. Un insieme di citazioni, come il titolo della raccolta “ [cit.] “, dal mondo della generazione nata intorno a Tangentopoli.

Tutti questi fumettisti, come altri che tratterò nei prossimi articoli, partiti da un blog, che non solo offre un diario che al medesimo tempo è sia privato che aperto al mondo, ma che rappresenta un mondo ristretto a foro, come quello romano per esempio.

Spontaneità ed individualismo che spesso vengono poste come critiche al mondo del web, ma che in questo caso sono una fonte di conoscenza, crescita e letteratura.

Annunci

2 thoughts on “#ContestoStorico 12: Esempi di letteratura virtuale individuale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...